.
Annunci online

 
fareverdecagliari 
Blog del Nucleo di Fare Verde della Provincia di Cagliari
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
  Fare Verde - Sito Nazionale
Simone Spiga Blog
Comitato per Pirri
Bruno Murgia
Acque Sociali
Ignazio Artizzu
Fronte Verde
  cerca

 

 

Presidente Provinciale

Simone Spiga

 

Referente Quartu Sant'Elena

Michele Pisano

 

Referente Quartucciu

Lorenzo Cireddu













 


 


 

Diario | Parcheggi Via Manzoni | Iniziative Nazionali | No al termovalorizzatore di Ottana (NU) | Referendum Regionale contro il nucleare in Sardegna |
 
Parcheggi Via Manzoni
1visite.

21 giugno 2007

Prosegue la mobilitazione per il giardino di Via Manzoni

Questa sera è proseguita intorno a Via Manzoni e Via Carducci la mobilitazione di Fare Verde per chiedere all'Amministrazione Comunale di trovare in tempi brevi i soldi per la conclusione dei lavori del parcheggio con la creazione del giardino pensile.
Si ringrazia Simone Spiga, per la disponibilità dimostrata e per le tempestive informazioni.

Chiunque volesse collaborare per sostenere questa nuova iniziativa che vede Fare Verde impegnata può recarsi in Via Giudicessa Benedetta 46 domani dalle ore 19,00.

Grazie per il sostegno!

19 giugno 2007

Fare Verde Cagliari: Vogliamo il giardino pensile in Via Manzoni

“E’ partita nella giornata di oggi la mobilitazione indetta dall’Associazione fare verde per sensibilizza l’opinione pubblica sulla situazione dei lavori nel multipiano di Via Manzoni a Cagliari”, afferma Simone Spiga, responsabile Provinciale dell’associazione.

“L’iniziativa voluto a seguito del Consiglio della Circoscrizione n°4 svolto lo scorso 13 Giugno, saltato per mancanza del numero legale, che avrebbe dovuto affrontare i lavori del parcheggio interrato e del giardino pensile, si svilupperà in volantinaggi, banchetti informativi e azioni di sensibilizzazione”, prosegue la nota di Spiga.

“Vogliamo con questa campagna dal titolo – dopo gli impegni, ora i fatti – monitorare lo stato dei lavori e verificare la situazione relativa al giardino pensile, che ad oggi sembra non possa essere fatto per mancanza di finanziamenti”…”la Circoscrizione ha preso l’impegno di reperire i fondi previsti con il ribasso d’asta e ci auspichiamo che questo avvenga realmente, come chiedono i cittadini residenti e i commercianti”, conclude la nota di Simone Spiga.

21 marzo 2006

Il parcheggio non sarà un “mostro d’acciaio” - Unione Sarda 21 Marzo

San Benedetto. Le ultime e definitive modifiche al progetto del multipiano di via Manzoni  sono state oggetto di dibattito nell’ultimo consiglio della Circoscrizione n°4. L’assemblea è stata convocata d’urgenza, su richiesta di 9 consiglieri, per illustrare le modifiche ai cittadini. Cittadini che però hanno disertato la seduta, preferendo riunirsi in contemporanea in un locale privato. L’assenza dei residenti non ha impedito tuttavia ai consiglieri di dibattere l’argomento ed esprimere parere positivo sulla variante (10 voti a favore e 2 astenuti). In base alla delibera n°66 del 27 febbraio scorso, i piani di parcheggio non saranno più 4 ma 3 (due interrati e uno in superficie) e la capienza del parking sarà di 250 posti auto, 150 in meno rispetto ai 400 previsti. Niente “mostro d’acciaio”, dunque. In via Manzoni non sorgerà una struttura imponente e in grado di togliere luce e aria alle abitazioni, bensì un parcheggio a misura di quartiere, in gran parte nascosto nel sottosuolo e sormontato da un giardino pensile e da una piazza fruibile dai residenti. Le modifiche concordate coi residenti alcuni mesi fa, dopo un mare di polemiche e un anno di tensioni, sono state finalmente approvate. “Ancora una volta il sindaco si è comportato in maniera esemplare com’era già accaduto nel caso degli alberi di piazza Giovanni XXIII  – ha commentato Alessandro Sorgia, presidente del distretto di San Benedetto – Floris non è rimasto insensibile alle richieste dei cittadini e si è esposto in prima persona,   promettendo e mantenendo la parola data”.


Così facendo l’amministrazione comunale ha preso due piccioni con una fava: ha accontentato i residenti e ha risparmiato il 20 per cento della spesa prevista. E non importa se al posto del “mostro d’acciaio” su 4 livelli sorgerà una struttura meno capiente. L’importante è che il parcheggio si faccia e che i lavori si concludano presto.


Ora infatti, il problema non è più cosa costruire, ma in quanto tempo. “La mancanza di parcheggio nel quartiere si fa sentire ogni giorno di più – afferma Simone Spiga, presidente della commissione circoscrizionale Lavori Pubblici - e a soffrirne non sono solo i commercianti ma anche e soprattutto i residenti. La ristrutturazione del mercato e i concomitanti lavori sulla rete del gas hanno sottratto all’utenza decine di posteggi, mettendo letteralmente in ginocchio il quartiere. Il multipiano di via Sant’Alenixedda è sempre strapieno e da solo non ce la fa a smaltire la mole di auto in cerca di parcheggio”.

“Siamo soddisfatti dell’impegno dell’ amministrazione comunale – conclude Spiga - ma ora ci attendiamo tempi rapidi per il completamento dei lavori. Il multipiano di via Manzoni serve come il pane”.  

Paolo Loche 




permalink | inviato da il 21/3/2006 alle 14:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 ottobre 2005

Via Manzoni: Dopo le polemiche è vittoria…

Finalmente Vittoria, credo sia il modo migliore per presentare il grande risultato che il Comitato di Via Manzoni ha ottenuto nella giornata di oggi”, afferma Simone Spiga, Consigliere di Alleanza Nazionale nella Circoscrizione di S. Benedetto.


Oggi dopo una lunga trattativa il Sindaco Floris ha accolto le proposte del Comitato e il parcheggio multipiano sarà fatto come i cittadini da oltre sette mesi chiedevano”, prosegue la nota.


Quello che più mi dispiace e aver visto il mio partito totalmente defilato, senza un minimo di orgoglio e senza spina dorsale, ma oggi la vittoria è di tutti i cittadini e di chi come me ha sostenuto le loro rivendicazioni dal primo momento”…”anche il Sindaco Floris si è dimostrato finalmente sensibile alle istanze dei cittadini e forse con un po’ di ritardo ha riscontrato che non tutti quelli che scendono in piazza per contestare decisioni sono terroristi e provocatori”, conclude Simone Spiga.




permalink | inviato da il 15/10/2005 alle 11:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

15 giugno 2005

Via Manzoni Parcheggio multipiano: oggi un'assemblea aperta

Il parcheggio multipiano di via Manzoni si farà ma restano molti dubbi sulle eventuali modifiche che saranno apportate al progetto originario e permane l'incertezza sulla data d'inizio dei lavori. Per rispondere a questi interrogativi e tentare di fare chiarezza una volta per tutte sulla vicenda, la Circoscrizione di San Benedetto, presieduta da Alessandro Sorgia, ha indetto per oggi, alle 16,30, un consiglio straordinario che avrà come unico argomento all'ordine del giorno proprio "il parcheggio multipiano che dovrà sorgere tra via Manzoni e via Carducci". La seduta sarà aperta al pubblico. Dopo il via libera del Tar, che alcune settimane fa ha bocciato il ricorso di un gruppo di cittadini contrari al maxiparcheggio, ora si attende solo di capire se il progetto originario del multipiano sarà mantenuto e soprattutto si aspetta di sapere quando sarà fissata la data d'inizio dei lavori. A chiedere chiarezza sono i cittadini e i commercianti di San Benedetto che oggi prenderanno parte all'assemblea in circoscrizione, ma anche i consiglieri del parlamentino di via Lione, che da mesi si battono per trovare una soluzione mediata che accontenti un po' tutti.




permalink | inviato da il 15/6/2005 alle 8:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 aprile 2005

Legambiente: pubblicati i risultati del Rapporto 2005

I consumi energetici aumentano di +2.6% da un anno all’altro, ma anche le emissioni di gas serra (+9.9%) e lo sfruttamento del territorio con cemento e asfalto sempre più invadenti (+6% dal 1990).
Sono questi i dati statistici emersi dal rapporto che analizza la situazione italiana del 2003.
Alcuni dati positivi sono dati dalla lenta ma continua crescita della raccolta differenziata (tra il 2000 e il 2003 la quantità di spazzatura abbandonata in discarica è scesa dal 67% al 44%), i passi avanti fatti nella cura dell’ambiente urbano, il consolidamento di agricoltura biologica e agriturismo.
Lo studio, che la Legambiente ogni anno realizza con la collaborazione dell’istituto di ricerche Ambiente Italia, è una raccolta di 100 indicatori, dall’industria all’energia, dall’agricoltura all’inquinamento, dalle risorse idriche ai trasporti, che fotografano un paese in forte difficoltà.
Il Salento, la Val d’Orcia, Monterubbiano nelle Marche, Bolzano e la Val di Cornia, sono cinque esempi, secondo l’associazione ecologista, di come l’Italia potrebbe uscire dalla crisi che l’attanaglia e scongiurarne il pericolo di declino.
Il presidente onorario di Legambiente Ermete Realacci ha spiegato che “bisogna trarre forza dalla bellezza per produrre ricchezza”, ricetta che hanno già adottato con successo piccole realtà territoriali o imprenditoriali come: il Salento (che ha deciso di puntare a valorizzare le sue bellezze naturali , artistiche, culturali e enogastronomiche), la Val D’Orcia (ha deciso di valorizzare il territorio e i suoi prodotti tipici), la Val di Cornia (ha realizzato una rete di parchi naturali in grado di attrarre turismo), Bolzano (si è posta all’avanguardia nella ricerca di soluzioni per il risparmio energetico nell’edilizia), la Faam di Monterubbiano nelle marche produce veicoli elettrici a batteria tra le migliori del mondo.

Tratto dal sito di Fare Verde




permalink | inviato da il 19/4/2005 alle 0:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

16 aprile 2005

OGM: MIPAF, SEQUESTRATE 570 TONNELLATE DI SEMENTI DI MAIS

Roma, 16 apr. (Adnkronos) - ''Il programma dei controlli 2005 ha raggiunto lo scopo di esaminare attraverso il campionamento e le analisi, la quasi totalita' delle sementi di mais e soia destinate alle semine 2005, in modo da garantire agli agricoltori semine sicure con sementi Ogm free''. E' quanto ha dichiarato il ministro delle Politiche agricole e forestali Gianni Alemanno dopo la conclusione del programma di controllo delle sementi di mais e soia per verificare la presenza di Ogm, campagna promossa dall'Ispettorato centrale repressione frodi, dall'Ense e dell'Agenzie delle Dogane. Per il mais si e' proceduto al prelievo di 1.564 campioni rappresentativi di circa 32 milioni di chilogrammi di sementi, mentre per la soia i campioni prelevati sono stati 307 riferiti ad un quantitativo complessivo di sementi di oltre 6,2 milioni di chilogrammi. Il campionamento ha riguardato quindi il 97% delle sementi di mais destinate alle semine 2005 e il 50,8% delle sementi di soia. Il 3,5% dei campioni di mais prelevati ha evidenziato alle analisi presenza di Ogm per cui i relativi lotti per complessivi 579 tonnellate sono stati sequestrati e i produttori denunciati all'Autorita' giudiziaria. Per la soia i campioni risultati positivi agli Ogm sono stati 10 e cioe' il 3,3% di quelli prelevati. (Sec/Col/Adnkronos) 16-APR-05 13:26




permalink | inviato da il 16/4/2005 alle 15:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 febbraio 2005

Parcheggio, il sindaco pronto alle modifiche

«Mi impegno ad incontrare i residenti di via Manzoni e di via Carducci per parlare del multipiano e soprattutto per trovare, insieme a loro, una soluzione soddisfacente per tutti». Dopo un lungo silenzio il sindaco Emilio Floris scende in campo per esprimere il suo pensiero sul discusso megaparcheggio. Il primo cittadino intende incontrare i diretti interessati ma non i comitati spontanei «che intendono solo cavalcare la protesta per fini politici». Il sindaco non parla per ora di modifiche del progetto o di varianti ma si dice orientato a valutare, in accordo con gli assessorati competenti, possibili soluzioni mediate che soddisfino le esigenze dei cittadini e dei commercianti. «Non escludo- afferma il sindaco- un intervento di riduzione del numero dei parcheggi previsti, finalizzato a dare più luce e aria al chiostro interno di via Manzoni. Ma sono cose che valuteremo più avanti insieme ai tecnici e solo dopo un vertice con i residenti». Intanto c'è stato il primo incontro tra gli esponenti dei due comitati contrapposti, che riuniscono rispettivamente gli abitanti di via Manzoni e dintorni e gli operatori del mercato di San Benedetto. Sul finire della mattinata Massimo Demuro, uno dei promotori della protesta ha deciso di recarsi al mercato per fumare il calumè della pace insieme a Tore Saba, presidente del Comitato degli operatori del mercato, da sempre favorevole al maxiparcheggio. L'incontro chiarificatore, estremamente civile e cordiale, ha evidenziato che in realtà le posizioni dei due comitati non sono poi così distanti. «Noi non siamo contrari al parcheggio in assoluto- spiega Massimo Demuro- e siamo d'accordo con i commercianti sull'innegabile utilità del parcheggio. Chiediamo soltanto che sia rispettato il primo progetto, quello decantato dal sindaco in campagna elettorale che prevede un piano interrato, uno in superficie e uno in quota, per un'altezza massima di 2,5 metri». Anche Tore Saba si è detto in astratto favorevole ad una soluzione del genere «ma ufficialmente sono costretto a tifare per il progetto già appaltato (a 4 piani esterni) perché temo che se ci saranno modifiche bisognerà attendere altri anni. E a noi quel parcheggio serve subito». Sul caso si è espresso ieri anche Franco Masia, capogruppo di Alleanza Nazionale in circoscrizione: «Tempo fa abbiamo incontrato il sindaco, il quale già allora espresse un orientamento ben preciso, finalizzato a tenere in considerazione le esigenze dei residenti. Siamo convinti che sia necessaria una soluzione mediata».

Tratto da L'Unione Sarda -        Paolo Loche




permalink | inviato da il 27/2/2005 alle 11:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 febbraio 2005

Anche domani Sabato - 26 Febbraio manifestazione in Via Manzoni

Anche domani Sabato 26 Febbraio alle ore 10.00 si svolgerà la manifestazione promossa dal Comitato Spontaneo di Via Manzoni - Via Carducci.

L'appuntamento è alle 10.00 presso il Piazzale Manzoni.


 




permalink | inviato da il 25/2/2005 alle 23:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 febbraio 2005

Parcheggio via Manzoni La Circoscrizione chiede gli atti al Comune

Via Manzoni: la Circoscrizione chiede gli atti al Comune. La commissione Lavori Pubblici del parlamentino di San Benedetto ha richiesto ieri sera, al Comune di poter acquisire tutto il carteggio relativo al multipiano e ha sollecitato inoltre la convocazione urgente di un Consiglio circoscrizionale specifico sull'argomento per esprimere un parere formale sul discusso progetto che l'Amministrazione intende realizzare. La commissione, presieduta da Simone Spiga e composta dai consiglieri Gianni Chiappe, Luca Olla, Valentina Sanna e Roberta Scardigli, si è insediata il 21 febbraio scorso, e come primo passo ufficiale ha richiesto entro il 25 marzo (a meno che non si presenti l'urgenza di anticipare la discussione) la convocazione di un consiglio speciale sul megaparcheggio. La vicenda del multipiano che dovrebbe sorgere tra via Manzoni e via Carducci continua a tenere banco nel dibattito politico e soprattutto a far discutere nel quartiere dove il problema è fortemente sentito. Gli abitanti della zona sono divisi tra favorevoli e contrari. Difficile trovare unità di intenti per un parcheggio che da una parte colpirebbe i residenti con un'impatto ambientale ingombrante e dall'altra, però, darebbe spazi fondamentali per il traffico commerciale.

tratto da L'UNIONE SARDA




permalink | inviato da il 24/2/2005 alle 22:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
marzo